FAQ

LE DIECI DOMANDE PIÙ FREQUENTI RIVOLTE A FRAUNHOFER ITALIA

1. COME SI PRESENTA UNA COLLABORAZIONE CON FRAUNHOFER?

Fraunhofer svolge attività di ricerca applicata per conto di aziende di tutte le dimensioni, istituzioni o enti pubblici. La collaborazione con noi è diversificata. Si può partecipare ai nostri seminari oppure si lavora ad un progetto specifico, come per esempio l’ideazione e la realizzazione di sistemi meccatronici che prevedono l’utilizzo di sensori e attuatori collegati in rete, eventualmente sviluppato insieme a consorzi di ricerca internazionali. Il nostro supporto varia da studi teorici su specifici argomenti, anche con l‘aiuto di sondaggi, fino alla loro realizzazione e attuazione pratica.

2. QUALI SONO I VANTAGGI DI UNA COLLABORAZIONE CON FRAUNHOFER?

I nostri collaboratori sono altamente qualificati, conoscono l‘ambiente pratico dell‘impresa industriale così come lo stato attuale della tecnica e della scienza. Lavoriamo sia con la dirigenza sia con il settore operativo. Questo ci assicura soluzioni con una buona accettazione in impresa, un’eccellente economicità e, soprattutto, un efficace grado di innovazione.

3. QUAL È LA DIFFERENZA TRA UN PROGETTO DI RICERCA DA BANDO E UN PROGETTO DI RICERCA APPLICATA RICERCA INDUSTRIALE?

Un progetto di ricerca industriale è una ricerca svolta da Fraunhofer Italia su incarico diretto di un’azienda. Pertanto, può essere avviato in tempi brevi e si basa sulla riservatezza dei risultati e su diritti d’uso esclusivo. I progetti di ricerca da bando hanno una maggiore incertezza riguardante il finanziamento poiché dipendono dai criteri di valutazione definiti dagli organismi di finanziamento (UE, Provincia di Bolzano, etc.). Potrebbe essere necessario rendere pubblici parte dei risultati della ricerca e potrebbe essere richiesta la collaborazione di diverse aziende con diritti di uso dei risultati in comune. Un progetto di ricerca da bando deve innanzitutto identificare un mezzo di finanziamento adeguato, in seguito presentare domanda di finanziamento che deve essere approvata. Pertanto possono passare mesi fino all’effettivo inizio di progetto. La copertura finanziaria è sempre una percentuale dei costi di progetto totali, variabile fino al 100% in funzione del mezzo finanziario identificato.

4. PERCHÉ SCEGLIERE FRAUNHOFER COME PARTNER?

La ricerca applicata per conto del cliente è l‘attività centrale di Fraunhofer Italia. L’esperienza dei nostri collaboratori è di fondamentale importanza per questo: conoscono il quadro generale delle aziende, parlano la loro lingua e hanno alle spalle molta esperienza nella gestione di progetti, nello sviluppo di soluzioni innovative e nella conseguente implementazione in azienda.

Le strette collaborazioni con l‘industria portano a un continuo aggiornamento rispetto alle crescenti esigenze del business. La riservatezza, la gestione professionale del progetto, un’ottima conoscenza della tecnica e della ricerca nonché il continuo sviluppo di metodi rappresentano le pietre angolari del nostro istituto. Le nostre soluzioni sono pratiche, economiche, innovative e di successo.

5. DI CHE DIMENSIONE DEVE ESSERE UN INCARICO?

La collaborazione con Fraunhofer Italia dipende dalle esigenze specifiche del cliente. Progetti di minore dimensione sono trattati con la stessa professionalità richiesta da progetti maggiori: le prestazioni scientifiche, di consulenza o di formazione, sono le medesime. Per compiti complessi e trasversali uniamo le competenze di diversi enti o istituti Fraunhofer.

6. COME SONO CALCOLATI I PROGETTI DI FRAUNHOFER?

Fraunhofer Italia è un’organizzazione senza scopo di lucro. Gli stipendi dei nostri dipendenti si basano sul contratto collettivo del commercio e le nostre spese sono soggette alle severe normative del servizio pubblico. I calcoli dei nostri progetti a fine anno hanno l’obiettivo di un bilancio in pareggio.

7. FRAUNHOFER È UN ISTITUTO DI RICERCA. COSA SI SA QUINDI DEI PROBLEMI DELL’ECONOMIA?

La collaborazione con le aziende è il pane quotidiano dei ricercatori di Fraunhofer. L’obiettivo principale è sempre quello di creare risultati che trovino applicazione nella vita quotidiana. Il fatto che i nostri collaboratori siano in contatto con molti clienti diversi garantisce una vasta esperienza con i concetti e gli strumenti di business e arricchisce la conoscenza delle diverse culture aziendali. Tutti i nostri progetti hanno come fine l’uso immediato dei risultati nella praticità. Per questo possiamo sostenere che Fraunhofer Italia lavora per l‘economia; segue l’obiettivo di convertire conoscenza in denaro; è pratico e conosce lo stato attuale della ricerca e della scienza.

8. FRAUNHOFER COLLABORA ESCLUSIVAMENTE CON LE GRANDI AZIENDE?

No, il nostro istituto annovera tra i suoi clienti aziende di tutte le dimensioni. La nostra attività è orientata alla struttura economica altoatesina: pertanto ci rivolgiamo alle piccole e medie imprese (PMI), sia per attività di sviluppo, servizi di ricerca o come consulente esperto in questioni organizzative, tecniche e strategiche.

9. QUAL È IL COLLEGAMENTO TRA UNIVERSITÁ E FRAUNHOFER?

Esiste una stretta collaborazione tra Fraunhofer Italia e la Libera Università di Bolzano che si basa su accordi di cooperazione e su scambi delle risorse umane che rendono la collaborazione più che positiva per entrambi. Il direttore del nostro istituto, prof. dr.-ing. Dominik Matt, per esempio, è anche un professore presso la Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano. Fraunhofer rende applicabile i risultati della ricerca universitaria di base e li mette a disposizione per le imprese industriali del territorio. Parte da suggerimenti e problemi dalla pratica per poi impegnarsi nella ricerca della soluzione e indica nuove possibili ricerche di base alle università. Così si chiude il circuito tra le università, Fraunhofer e l‘industria che converte denaro in conoscenza e conoscenza in denaro.

10. FRAUNHOFER ITALIA FA PARTE DELLA SOCIETÁ FRAUNHOFER. NON ESISTE DUNQUE IL RISCHIO CHE KNOW-HOW E FONDI PUBBLICI DEFLUISCANO DALL’ITALIA?

Il nostro istituto è una Società Consortile a Responsabilità Limitata e senza scopo di lucro. L’Assoimprenditori Alto Adige, anch’esso senza scopo di lucro, è partner consortile. La società Fraunhofer con il 99 per cento delle azioni è l’azionista di maggioranza. L’associazione Assoimprenditori Alto Adige in conformità tiene l’uno per cento. L’intero bilancio di Fraunhofer Italia viene investito in infrastrutture di ricerca in Italia e in Alto Adige nonché in risorse umane. Beneficiari della nostra ricerca sono imprese industriali, la società e la regione. Il nostro istituto non si orienta al profitto, ma al contrario, un terzo del nostro bilancio è fornito dalla Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige - in analogia al finanziamento di base della società Fraunhofer in Germania da parte del governo federale e dei Länder. Con questo finanziamento di base facciamo ricerca preliminare ai nostri futuri progetti di ricerca applicata.