Trattore di dimensioni ridotte per la viticoltura

Dei 7.400 chilometri quadrati che formano la superficie dell’Alto Adige, 241.952 ettari sono campi coltivati. Soprattutto l’uva viene spesso coltivata su pendii ripidi a terrazzamenti che possono rendere la coltivazione molto difficile. Fraunhofer Italia, in collaborazione con l’azienda tedesca W.M. GmbH, ha sviluppato un nuovo trattore di dimensioni ridotte, adatto alle esigenze della viticoltura.

Il focus di questo progetto è stato l’integrazione di sistemi attivi di sicurezza per il miglioramento della stabilità del veicolo, il quale doveva presentare le seguenti caratteristiche: essere stretto, leggero, agile e multifunzionale allo stesso tempo. Il trattore è stato stabilizzato mediante un blocco selettivo di giunta e strumenti su tutte e quattro le ruote per misurare se una di queste presenta un ridotto contatto con la terra. Qualora sia questo il caso, l’elemento di torsione si blocca automaticamente in una direzione e necessita di controsterzare per sbloccarlo. Inoltre, mediante una simulazione, è stata analizzata la stabilità del trattore per garantire in qualsiasi momento una distribuzione ottimale del peso. Parte integrante del concetto di sicurezza è stata anche la simulazione del peso attivo sui due montanti del veicolo. Il collaudo è stato svolto in collaborazione con la facoltà di Scienze e Tecnologie della Libera Università di Bolzano. 

Dettagli di progetto:

Periodo: 2011 - 2012

Partner die progetto: W.M. srl Blumau, Libera Università di Bolzano