Rifare

Il 40% del patrimonio edilizio europeo risale agli anni ’50 e ’60 nei quali non esistevano standard energetici. Di conseguenza, oggigiorno, la maggioranza degli edifici esistenti dovrebbe essere non solo sottoposta a una ristrutturazione energetica, ma anche integrata con nuovi impianti meccanici ed elettrici. Il progetto “RiFaRe” è dedicato a questa sfida. Fraunhofer Italia in collaborazione con il TIS, l’agenzia CasaClima, il Fraunhofer Institute for Building Physics IBP con sede a Stoccarda, designtoproduction e diversi partner industriali ha lavorato ad una soluzione efficace al problema della ristrutturazione.

Una possibile risposta alle attuali sfide del mercato per il risanamento delle facciate degli edifici è l´impiego di pannelli prefabbricati di legno. Grazie all’elevata lavorabilità coniugata a una notevole leggerezza strutturale, tale tecnologia permette un risanamento efficiente anche in zone a elevato rischio sismico senza compromettere la sicurezza strutturale dell’intero edificio. I partner del progetto hanno sviluppato una tecnologia per facciate prefabbricate fatta su misura che si adatti alle esigenze del mercato italiano e che permetta di ridurre il costo di ristrutturazione. Anche l’inquinamento acustico in edifici abitati sottoposti a una ristrutturazione è ridotto. Inoltre, "RiFaRe" ha sviluppato una tecnologia per ristrutturazioni compatibile con il contesto italiano che garantisce un’alta qualità dell'intervento. L'obiettivo generale del progetto è quello di avvicinare l'Alto Adige e l'Italia alle linee guida della politica energetica a livello locale, nazionale ed internazionale.

Dettagli di progetto:

Periodo: 2014-2015

Supporto:  LG14

Partner di progetto: Wolf System s.r.l., Proplan KG, Sto Italia s.r.l. – Sede die Bolzano, Rotho Blaas s.r.l., Tip Top Fenster s.r.l.